DIRE LAVORO NON BASTA PIU’

(14 settembre 2022) "Giovani e donne: dire lavoro non basta più" è il titolo di un’iniziativa cui ho partecipato alla Festa dell’Unità di Bologna, occasione per confrontarci sulle politiche (attive) che servono a incrementare formazione e occupazione di qualità e superare antiche e nuove marginalità sociali. Abbiamo affrontato il tema del lavoro povero e della

La responsabilità di rendere la salute un diritto

(Settembre 2022) Tra le iniziative del periodo in materia di salute ho partecipato, a Novellara, all’inaugurazione del nuovo Centro diagnostico di Villa Verde. Con un intervento di rigenerazione urbana gli ex capannoni industriali della Slanzi, riqualificati e convertiti in poliambulatori, ospiteranno attrezzature per la diagnostica, tecnologie e ambulatori attrezzati di cardiologia e angiologia. La Casa

Violenze sulle donne in aumento, ecco cosa fare !!

(Forlì-Bologna 2022) La lotta a 360° contro la violenza sulle donne è un nostro impegno quotidiano rilanciato nel programma elettorale del PD per il Paese. Tutti gli strumenti che abbiamo introdotto dopo anni di battaglie vanno prima di tutto applicati, poi rafforzati in chiave strategica: politiche integrate, prevenzione, formazione degli operatori e consapevolezza culturale, protezione

Le liste “DEMOCRATICHE E PROGRESSISTE” siano paritarie

(Comunicato 26 luglio 2022) DONNE DEMOCRATICHE E-R.: BENE LETTA, NOI CI SIAMO PER INNOVAZIONE ED EQUITA' CONTRO LE DISEGUAGLIANZE. LE LISTE "DEMOCRATICHE E PROGRESSISTE" SIANO COERENTI: "Evitiamo gli effetti distorsivi del Rosatellum a scapito delle candidature femminili." La Conferenza Donne Democratiche dell’Emilia-Romagna condivide gli obiettivi politici e lo spirito unitario delineati stamane dal Segretario Enrico

Lotta alle diseguaglianze, priorità della nostra politica

(Luglio 2022) Mese di Feste del Partito Democratico sui territori e di protagonismo combattivo delle Donne Democratiche, da cui ripartiamo, insieme, per confrontarci con l’elettorato sul programma politico che presenteremo in vista del 25 settembre. La vergognosa pagina di questa crisi di governo va compresa e ricordata per la strumentalità di coloro che l’hanno aperta,