IVG e obiezione: prima la salute delle donne

(Bologna, 14 ottobre) Dall’articolo uscito su La Repubblica: «Mentre calano gli aborti in regione, con 558 interruzioni volontarie di gravidanza in meno tra 2016 e 2017, il tema dei ginecologi obiettori di coscienza rimane centrale anche in Emilia-Romagna. L'ultima relazione dell'assessorato regionale alla salute, relativa ai dati del 2017, registra un 50,5% di obiettori in

Applichiamo la 194, no a rischi per la donna

(13 novembre) Piena applicazione dei principi espressi dalla legge 194 del 1978 in particolare per il concreto accesso all’interruzione volontaria di gravidanza, monitoraggio su tutto il territorio e attivazione in caso di criticità che mettano a rischio i diritti e la salute della donna. Questi gli impegni inseriti in due Risoluzioni, presentate da Sinistra italiana

Rapporto sulle interruzioni volontarie di gravidanza

(Bologna, 9 novembre 2016) Sono 7.848 le interruzioni di gravidanza (IVG) effettuate in Emilia-Romagna nel 2015 con un calo del 7,4% rispetto al 2014. Di questi dati e non solo abbiamo discusso nella seduta congiunta delle commissioni “Politiche per la salute e politiche sociali” e “Parità e Diritti delle Persone”, convocata per la presentazione dell’ultimo