(7 luglio 2024) Dalla Casa del Popolo di Chiaravalle arriva la prima istituzione della Conferenza Donne Democratiche delle Marche in questo nuovo corso di protagonismo femminista che si fa carico dei bisogni inascoltati delle donne. Donne e ragazze che in grandi numeri non si fidano della politica e perciò disertano le urne. Proprio la rappresentanza femminile e democratica è un impegno sostanziale della neoeletta Portavoce unitaria Luisa Cecarini, già consigliera comunale e progettista sociale nonché appassionata di una politica che si mette al servizio dell’emancipazione di tutte.

Dai numerosi interventi è emersa la necessità di unirsi per incidere, per realizzare politiche efficaci di contrasto e prevenzione delle violenze di genere, per colmare i gap salariali e le tante discriminazioni che tengono ai margini talenti ed energie femminili. La questione, enorme, della cura, deve essere al centro di un cambio di paradigma che va costruito a sua volta con coraggio e determinazione, partendo da una sede di elaborazione e iniziativa politica come la Conferenza delle Democratiche, aperta ai contributi delle associazioni, dei sindacati e delle categorie. Tanti i fronti di un impegno che si esprimerà anche al fianco delle Consigliere regionali e delle altre rappresentanti nelle istituzioni per affermare diritti, libertà e presa in carico della salute delle donne, anche esigendo una corretta applicazione territoriale della legge 194.

Grazie e buon lavoro a Luisa, a cui viene affidata la guida di un collettivo consapevole, alla Segretaria regionale del Partito Democratico Chantal Bomprezzi. Grazie a tutte le intervenute e a quelle che hanno contribuito al nostro cammino e tutti i giorni si espongono per le battaglie giuste. La Conferenza Nazionale delle Democratiche riparte dai territori e da protagonismi che stanno già cambiando la politica.