In ogni tappa di questa campagna che ci avvicina all’8-9 giugno mettiamo al centro diritti fondamentali da tutelare – salute e dignità della persona prima di tutto – e il protagonismo delle donne per rafforzarli. Su invito delle Democratiche ho partecipato ad un incontro elettorale a Cesena, per sostenere le candidate del Partito Democratico in consiglio comunale alle prossime elezioni amministrative per Enzo Lattuca ricandidato Sindaco. E poi in presidio davanti all’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia con il candidato sindaco del centrosinistra Marco Massari, abbiamo ribadito il sostegno alla sanità pubblica e universalistica, di cui si è parlato nello stesso giorno con il capolista Nord Est alle Europee per il PD Stefano Bonaccini. Ed ancora incontri nel Reggiano assieme al candidato in Europa e mio collega consigliere Antonio Mumolo, banchetti e momenti conviviali di autofinanziamento con le tante donne che nelle proprie comunità si mettono al servizio di una politica giusta per tuttə.

In una società che le destre vorrebbero dividere, l’accesso pubblico alla sanità è indispensabile per garantire giustizia sociale e uguaglianza sostanziale. Nulla oggi è scontato, non in questo tempo nel quale i sovranisti e gli affaristi hanno preso forza, facendo leva sulle paure. Dopo il presidio e i confronti davanti all’Arcispedale di Reggio Emilia abbiamo sentito le testimonianze dell’ex direttore generale dell’Ausl Fausto Nicolini e della Responsabile del Laboratorio di ricerca traslazionale Ausl IRCSS RE, Alessia Ciarrocchi, sul lavoro che si è fatto e che si sta portando avanti per continuare a garantire (nonostante i definanziamenti) servizi territoriali accessibili e sicuri a chi non può permettersi esami e cure private, oltre che per mantenere vere e proprie eccellenze sanitarie. Con gli interventi del candidato Sindaco Marco Massari e del capolista Stefano Bonaccini, si è delineato il programma politico che sinistra e progressisti debbono assumere con determinazione, nei nostri Comuni come in Europa, per una redistribuzione più equa della ricchezza e per valorizzare il capitale umano in chiave di una ritrovata mobilità sociale.

Con Antonio Mumolo, da consigliere in Regione e da avvocato sempre dalla parte dei diritti degli ultimi, oggi candidato al Parlamento europeo nella Circoscrizione Nord Est per il PD, abbiamo sottolineato in particolare le battaglie giuste condotte insieme e che ancora sono da combattere per costruire un mondo di pace, di libertà e di rispetto dei diritti umani, oltre gli egoismi nazionalisti condannati dalla storia e dalla memoria. Ringrazio ogni persona che mi ha dato modo di condividere valori e programmi per il futuro progressista che vogliamo e tra loro la Collega Lia Montalti, la portavoce delle Democratiche di Cesena Valentina Maestri, la candidata in consiglio comunale Francesca Tombetti e la Sindaca di Sogliano al Rubicone Tania Bocchini, che rappresentano la consapevolezza e competenza diffusa delle donne per il cambiamento.

La stessa consapevolezza che ho incontrato a Potenza e a Policoro, invitata dalla Conferenza delle Democratiche della Basilicata. In bocca al lupo alle nostre candidate che occupano lo spazio pubblico e si battono per una prospettiva di pace e libertà, portando le voci di tante a servizio di tuttə.