L’iniziativa promossa dalla Conferenza regionale delle donne democratiche e dal Gruppo PD della Regione Molise “Amministrazione e politica: femminili plurali” ha visto la testimonianza di tante elette, dirigenti politiche, donne impegnate nella società a promuovere l’uguaglianza di genere e le pari opportunità.

Grazie alla Portavoce regionale Manuela Vigilante e alla Capogruppo Alessandra Salvatore per l’invito ma soprattutto per l’operosità e l’impegno. Nella relazione di insediamento della nuova Conferenza Nazionale Donne Democratiche, avevo sottolineato la forte necessità di ripartire dai territori e dal rafforzamento della rete delle Conferenze. ”Senza la base scordatevi le altezze” ha detto spesso la Segretaria Elly Schlein. La penso così da sempre, a maggior ragione oggi occorre fare della prossimità alla base un valore e una leva fondamentale per una rappresentanza adeguata. Ebbene, dopo il Veneto la scorsa settimana, la tappa in Molise è stata una occasione per conoscere donne protagoniste, consapevoli e determinate a cambiare il mondo. Farlo insieme è l’impegno che ci siamo date.

È stato infatti l’avvio del percorso per costruire una solida e continuativa collaborazione in linea con la costituzione della Rete nazionale delle amministratrici ed elette prevista nella nostra Piattaforma programmatica “L’onda d’urto delle donne”. Insomma, tanto lavoro ci attende, ma la democrazia paritaria non può attendere. L’evento mi ha dato la possibilità di incontrare e conoscere tra le altre la candidata sindaca di Campobasso per il centrosinistra Marialuisa Forte alla quale ho fatto un grande in bocca al lupo, perché sono certa che saprà interpretare al meglio i bisogni e le aspettative della propria comunità. GUARDA ANCHE:

https://www.quotidianomolise.com/articolo/donne-democratiche-roberta-mori-in-molise-noi-la-leva-pi-forte-per-cambiare-societ

QUI LE MIE DICHIARAZIONI a margine dell’iniziativa.