(2 febbraio 2024) Si è chiusa con un numero straordinario di adesioni online la campagna per il rinnovo della Conferenza Nazionale delle Democratiche: siamo il doppio delle aderenti alla scorsa Conferenza, oltre 14.000. Straordinario, perché le iscrizioni precedenti erano azzerate e da novembre abbiamo dovuto colmare un gap informativo e digitale non indifferente. Dico grazie in particolare alle Portavoce regionali e provinciali che si sono spese fino in fondo per raggiungere e informare tante donne di ogni età. Un altro dato significativo è l’alta percentuale di aderenti (circa il 40%) che non hanno la tessera PD.

Le Democratiche stanno facendo una cosa necessaria per l’alternativa: allargare i confini della partecipazione e riavvicinare o avvicinare per la prima volta le donne e le ragazze alla politica. Del resto la Conferenza a cui ho sempre contribuito è nata per essere un luogo autonomo rispetto al partito, uno spazio generativo di relazioni nuove, capace di ricucire il tessuto sociale e di farlo coinvolgendo tutte quelle donne che non si sentono rappresentate politicamente. Siamo e saremo un luogo plurale, che collabora con i movimenti femminili e femministi e per i diritti umani, con le molteplici associazioni che innervano e difendono un welfare pubblico abbandonato da chi governa e una democrazia sotto attacco.

Ogni giorno le destre al governo dimostrano che per loro i diritti delle donne sono negoziabili e residuali, che le conquiste sociali e di cittadinanza delle donne sono persino cancellabili. La Conferenza si propone come spazio di elaborazione e iniziativa politica che afferma e pratica esattamente l’opposto e promuove l’empowerment femminile sui territori, dentro e fuori le istituzioni. Oggi siamo pronte a costruire, con chi c’è e con chi ci sarà, il cambiamento culturale e politico chiesto dalle piazze dello scorso 25 novembre, necessario a superare gli ostacoli al cammino delle donne e all’emancipazione della società.

Voglio ringraziare di cuore anche tutte le componenti dei Comitati di garanzia (nazionale e regionali) per l’impegno messo sinora e che saranno ancora al lavoro per il miglior andamento delle assemblee regionali delle Donne Democratiche in svolgimento dal prossimo 16 febbraio al 3 marzo e sino alla conclusione del percorso di rinnovo con l’insediamento della nuova Conferenza e l’elezione della Portavoce nazionale il 9 marzo.