ABORTO. ROBERTA MORI PORTAVOCE DONNE DEM EMILIA-ROMAGNA: “ANCORA ISTITUZIONI USATE PER MORTIFICARE  LIBERTA’ FEMMINILE”

(Comunicato stampa) “L’aborto è un diritto di scelta garantito da una legge, la 194, che ha fatto uscire le donne e la società italiana da sacche di clandestinità e sofferenza. Dopo 46 anni da una conquista di civiltà invece, ci troviamo ancora di fronte al tentativo di cancellarla per farci ripiombare in tempi bui. La Lega come forza massimamente rappresentativa della maggioranza di Governo e con un Convegno alla Camera utilizza le istituzioni per sdoganare di tutto e in particolare l’attacco ai diritti e alle libertà delle donne. Un vizio delle destre, pensiamo solo al caso Bandecchi.

C’è una deriva politica in corso contro i diritti delle donne che sta travolgendo le istituzioni e legittimando istinti e pulsioni intollerabili. Quanto alla legge 194, la sua rilevanza sociale e culturale e il suo impianto maturo è fuori discussione e non si tocca. Invece che umiliare le donne e persino volerle costringerle ad una non-scelta, pensino a rimuovere gli ostacoli che le donne si trovano ad affrontare in tutti i campi e che impediscono loro di conciliare figli e lavoro o avere accesso a servizi di salute. Ormai resta solo che appellarci al Presidente della Repubblica, unico a richiamare costantemente al rispetto per le donne e per la loro soggettività. Con il premierato forte vorrebbero spegnere anche quella voce. Ci opporremo in tutte le sedi a queste derive.” – dichiara la Portavoce Democratiche dell’Emilia-Romagna, Roberta Mori.

QUI NOTIZIA E VIDEO DEL CONVEGNO LEGHISTA