(19 novembre 2022) “Come è stato da giovane donna entrare in politica e che ostacoli ha incontrato?” Ecco una delle numerose domande rivoltemi dalle ragazze adolescenti di ‘Leadership al femminile’ ovvero il progetto realizzato dall’Associazione SeNonOraQuando? di Udine con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle giovani nelle proprie capacità, per superare pregiudizi di genere e in prospettiva divenire agenti di cambiamento nelle rispettive realtà locali, nazionali e anche internazionali. Un bel progetto di empowerment femminile promosso nelle Scuole superiori, a cui ho aderito con grande piacere in veste di testimonial.

L’incontro formativo a cui ho partecipato, in collegamento, verteva sui femminismi e la loro evoluzione, spiegati dalla prof.ssa Sergia Adamo dell’Università di Trieste. In tutto verranno tenuti 10 laboratori tematici, di circa 4 ore ciascuno, da ottobre 2022 a maggio 2023, per un totale di 50 ore riconosciute nell’ambito del programma PCTO (ex alternanza scuola/lavoro) e con assegnazione dei crediti formativi. Al termine del corso le studentesse elaboreranno un progetto orientato a sviluppare un’attività proficua per il proprio futuro, sul piano individuale e collettivo, e lo presenteranno in pubblico grazie agli strumenti acquisiti di public speaking. L’approccio del corso è relazionale, per un’emancipazione che valorizza la collaborazione tra ragazze quale leva di rinnovamento, inclusione, democrazia paritaria.

Anche nella mia intervista ho avuto modo di testimoniare l’importanza di acquisire conoscenze e consapevolezza delle disparità, discriminazioni e violenze di genere che ci tolgono risorse e futuro. Attraverso l’esperienza di questi laboratori le 30 studentesse provenienti da 5 Istituti superiori di Udine che hanno aderito, avranno gli strumenti per credere di più in se stesse, per riconoscere le discriminazioni ed esigere i propri diritti, per ambire concretamente alla parità per sé e per tuttə. Così come sapranno apprezzare le reti di competenze femminili, che agiscono trasversalmente per portare un valore aggiunto al benessere della società; una società dove i costi del mancato protagonismo delle donne e della violenza maschile, sono insostenibili e incompatibili con qualsivoglia sviluppo. In termini umani ma anche economici dato che la “sola” violenza contro le donne costa al Paese 17 miliardi ogni anno.

Grazie per l’invito e per l’impegno a Maria Pia Tamburlini e a tutte le amiche udinesi di SeNonOraQuando?. Il progetto Leadership al femminile, va sottolineato, è stato sostenuto dal Comune, dalla Regione Friuli-Venezia Giulia, dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali.