(22 agosto 2022) “Lo stupro è da condannare sempre, ovunque si compia, chiunque lo compia. Sempre. È un atto inaccettabile di violenza maschile sulle donne che neutralizza la dignità femminile, viola il corpo, annienta la persona.

Quando poi questo crimine avviene in mezzo alla strada, sul marciapiedi di una delle nostre Città, l’orrore è talmente visibile e percepibile che deve richiamare tutti alla responsabilità diretta a rafforzare l’impegno sulla prevenzione e il contrasto alla violenza sulle donne, condannando i colpevoli, sostenendo le vittime, promuovendo una cultura del rispetto in ogni ambito della società. La nostra più profonda e solidale vicinanza va dunque alla donna brutalizzata ed il nostro più sincero ringraziamento a chi è intervenuto per interrompere la violenza con coraggio e determinazione.

Le immagini video dello stupro utilizzate dalla destra meloniana come propaganda elettorale senza alcuno scrupolo per la dignità della vittima, è un esempio di comportamento che nega civiltà e decenza.

La cultura della violenza sulle donne si nutre anche dell’umiliazione pubblica costante e quotidiana di gesti e comportamenti che normalizzano, sottovalutano, strumentalizzano. Non basta essere donne per essere dalla parte delle donne. La leadership femminile è un’altra cosa.”