(25 maggio 2022) Cento anni dalla nascita di Enrico Berlinguer, politico amato, rispettato e rimpianto come pochi, ancora oggi. Con un mazzo di fiori deposto al Bosco Urbano che porta il suo nome al Campo volo di Reggio Emilia, abbiamo reso omaggio ad un protagonista della nostra storia che ha fatto della propria vita e del proprio impegno una lezione politica e umana.

Il gesto simbolico ha aperto la due-giorni dedicata alla figura del Segretario Berlinguer che Fondazione Reggio Tricolore, in collaborazione il Centro sociale Orologio, ha organizzato alla presenza di ospiti importanti che ne hanno ripercorso e riletto la vita e le scelte con sguardo attuale. Ringrazio in particolare i presidenti Dumas Iori e Villiam Orlandini per l’invito e per l’impegno civile che, sul fronte della Memoria, condividono con Istoreco e il presidente Arturo Bertoldi.

L’iniziativa ha presentato testimonianze, riflessioni, filmati e punti di vista anche inediti che, su tutto, fanno emergere la lungimiranza e l’idealismo che Enrico Berlinguer alla guida del P.C.I. ha incarnato portando con sé un popolo intero, unendo le generazioni sul “sogno di un’altra Italia”. Questione morale, parità tra donne e uomini, antifascismo, uguaglianza dei diritti e dei doveri. Idealità forti per una Sinistra forte, emancipata dai retaggi sovietici e autenticamente riformista. La sua lezione fatta di battaglie per la giustizia sociale, la libertà, la democrazia, compie 100 anni e insegna cosa significa stare dalla parte degli ultimi, in Italia e nel mondo. Sta a noi impararla, metterla in pratica ed esserne all’altezza.