(3 marzo 2022) In Commissione Parità abbiamo esaminato il Bilancio di genere della Regione Emilia-Romagna, uno strumento essenziale per riorientare le politiche in base al loro impatto, mai neutro, su donne e uomini. Giunto alla quinta edizione, il rendiconto integra oggi in modo appropriato il dato di analisi con il piano di azioni per superare le discriminazioni e diseguaglianze di genere in ogni settore. Ciò grazie all’approccio mainstreaming richiesto dalla nostra legge quadro 6/2014 per la parità e messo in pratica da un gruppo di lavoro trasversale a Direzioni e Assessorati.

L’uguaglianza di genere si realizza praticando il cambiamento di prospettiva fuori e dentro le istituzioni. È perciò un passo avanti davvero importante aver affinato questo metodo di rendicontazione integrato, che mettiamo da tempo a disposizione di tutti gli Enti locali dell’Emilia-Romagna per diffondere la necessaria consapevolezza culturale.

QUI il TESTO del Bilancio di genere che è riferito al 2020, l’anno più segnato dalla pandemia e da una vera e propria recessione della condizione femminile, focalizzata dal documento in particolare negli aspetti occupazionali e della conciliazione vita-lavoro. Noi ci siamo e ci saremo per rendere tutti gli strumenti previsti dalla Legge regionale adeguati alla sfida dell’equità sociale e della democrazia paritaria.