Oggi siamo ancora più uniti e “attrezzati” per dare incisività alla nostra azione politica e amministrativa sul territorio e per contribuire a dare soluzioni ai problemi impellenti di questo tempo difficile. Il 6 febbraio 2022 l’Assemblea della Federazione PD di Reggio Emilia si è riunita online e, all’unanimità, ha approvato il regolamento e la composizione della Direzione provinciale, nominato la Commissione provinciale di Garanzia e il nuovo Tesoriere, Alfredo Medici. Il segretario Massimo Gazza ha presentato la nuova Segreteria e non da ultimo con un ordine del giorno abbiamo voluto marcare la necessità di investire con continuità per la sicurezza sul lavoro.

Di seguito, il mio intervento introduttivo in qualità di presidente.

Assemblea Provinciale PD di Reggio Emilia, Domenica 6 febbraio 2022

Buongiorno e ben trovati. Grazie per la vostra presenza.

Ci troviamo qui oggi per importanti adempimenti che rinnovano gli organismi e consolidano gli strumenti della democrazia interna che pongono le basi della nostra partecipazione alla vita del Partito per affermare una iniziativa politica sempre più incisiva.

C’è bisogno di noi, c’è bisogno del Partito Democratico in questo tempo così difficile e faticoso sul piano globale, collettivo e individuale. C’è bisogno di noi a volte per riaffermare l’ovvio. Le spregevoli comparazioni della nostra Comunità politica coi nazisti attraverso lo sfregio delle nostre sedi da parte di sedicenti #NOVAX partendo da Catania, poi Bologna, Reggio Emilia con il riferimento esplicito al Presidente Bonaccini (evento prontamente denunciato), a Potenza e infine a Parma, evidenziano quanto i valori democratici e costituzionali fatichino ad inverarsi nella società.

La Comunità del PD è unita ad ogni livello a contrastare l’incitamento all’odio che inquina questa fase storica anche al di là del virus. Lo ribadiamo all’indomani del giuramento Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e del discorso alto che ha pronunciato davanti al Parlamento. Una riconferma decisiva per la tenuta del Paese e che arriva ad esito di un percorso tutt’altro che scontato. Il PD di Reggio Emilia esprime soddisfazione per l’impegno profuso dal Segretario Enrico Letta e plauso per il prevalere di un approccio di grande rispetto e serietà sul contesto sguaiato e confuso che abbiamo riscontrato tra altre forze politiche. Grazie al nostro gruppo dirigente nazionale per aver messo subito all’angolo proposte abnormi che noi stessi da questa Assemblea avevamo stigmatizzato e per la determinazione usata, che ha contribuito all’elezione del Capo dello Stato in tempi brevi.

Ringraziamo tutti i “grandi elettori” democratici, le nostre e nostri parlamentari e delegati reggiani e regionali, che hanno partecipato a questo passaggio chiave. Perché, come ha detto Sergio Mattarella, le risposte che dobbiamo dare con urgenza al disagio e allo stato di crisi che stanno vivendo tante persone “sarebbero state fortemente compromesse dal prolungarsi di uno stato di profonda incertezza politica e di tensioni, le cui conseguenze avrebbero potuto mettere a rischio anche risorse decisive e le prospettive di rilancio del Paese impegnato a uscire da una condizione di gravi difficoltà”. Inoltre “Un’autentica democrazia prevede il doveroso rispetto delle regole di formazione delle decisioni, discussione, partecipazione. L’esigenza di governare i cambiamenti sempre più rapidi richiede risposte tempestive. Tempestività che va comunque sorretta da quell’indispensabile approfondimento dei temi che consente puntualità di scelte. Occorre evitare che i problemi trovino soluzione senza l’intervento delle istituzioni a tutela dell’interesse generale: questa eventualità si traduce sempre a vantaggio di chi è in condizioni di maggiore forza”.

Ne siamo consapevoli Presidente e la ringraziamo per aver anteposto a più che legittime personali aspirazioni l’interesse e il Bene Comune, nonché il rispetto della volontà parlamentare. In questo esempio e in ogni parola di Mattarella sta un approccio politico che sentiamo nostro, che ci impegniamo ad alimentare, per quanto ci compete, ma soprattutto cercheremo di farlo insieme.

Questo è il senso della nostra partecipazione oggi. Contribuiremo con la responsabilità che ci è richiesta, anche da tutta la nostra Comunità e da chi ci guarda, a rafforzare luoghi e modi di condivisione e compartecipazione essenziali. Essenziali per dare incisività all’azione politica e amministrativa sul territorio e per le persone. Ci sarà modo ed occasione per sviluppare tutti i temi che costituiranno le nostre priorità nell’impegno politico organizzato, per adesso mi limito a ringraziare coloro che presidieranno per la Comunità democratica reggiana il livello regionale che si è recentemente composto sia in Assemblea, che in Direzione che in Segreteria.

Da oggi cominceremo a lavorare per il Regolamento che disciplinerà l’attività e la partecipazione all’Assemblea provinciale. A differenza del Regolamento per la Direzione che è stato solo aggiornato, quello dell’Assemblea andrà proprio scritto e condiviso.

Adesso procediamo con la disamina dei punti all’ordine del giorno proponendovi la votazione palese degli organismi.

Grazie fin d’ora per il vostro aiuto e vostro contributo.