Nel bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi da Forlimpopoli ho preso parte ad un festoso e interessante incontro notturno con inizio alle 18.30 a Buenos Aires, alle 23.30 a Castelnovo di Sotto! In collegamento con l’Argentina abbiamo celebrato il padre della cucina italiana, grazie all’invito di Emilio Becchi e Carlos Malacalza per conto delle Associazioni emiliano-romagnole attive in molti Paesi del Sudamerica come Venezuela, Cile, Brasile che hanno ospitato tanti nostri corregionali migranti.

Presente la Presidente di Casa Artusi Laila Tentoni, il Console generale d’Italia a La Plata Filippo Romano, la past President Silvia Bartolini, il collega consigliere Matteo Daffadà, il già vicepresidente della Consulta regionale degli Emiliano-romagnoli nel mondo Alessandro Cardinali e altre importanti partecipazioni che testimoniano la rete potente di relazioni, affetti, esperienze che ci legano e ci arricchiscono. Un patrimonio inestimabile per tutta la comunità regionale, uno scambio che si rinnova in modo spontaneo in ogni occasione e che coinvolge con progetti e gemellaggi tutte le generazioni. A settembre sarà ricostituita la Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo della XI Legislatura regionale e sarà un altro #passoavanti per la ripartenza.

Molti chef stellati hanno brindato per il bicentenario di Artusi, tra i quali Massimo Bottura che ha inviato un messaggio speciale per l’occasione. Ha portato il suo saluto via video anche il Presidente Bonaccini.