Per cosa mi impegno? Ecco una prima traccia di proposte per la Comunità reggiana e regionale, aperte al confronto, ai contributi, alle tante idee che le persone incontrate ogni giorno desiderano condividere:

  • una legge regionale per la tutela, il sostegno e la protezione dell’infanzia in Emilia-Romagna
  • Maternità Infanzia Reggio Emilia, per un ospedale specialistico e accogliente, per un rafforzamento dei servizi di prossimità, a beneficio di tutte le donne
  • dopo il Patto per il Lavoro… un Patto per l’Ambiente con le imprese, i Comuni, i sindacati e le associazioni della società regionale
  • la piena attuazione della legge quadro per la Parità: qualità dell’occupazione femminile, sostegno al caregiving, medicina di genere e contrasto di tutte le discriminazioni e violenze sulle donne
  • l’attuazione della legge regionale per la prevenzione e il contrasto dell’omotransfobia

Chi vuole, può comunicare con me su scrivimori@gmail.com oppure sui profili social, o meglio ancora sul territorio, ovunque vogliate. Con le persone che sto incontrando parliamo molto di sanità, lavoro, cultura. E legalità, per non arretrare mai nella lotta alle mafie, come ad esempio a Villa Cougnet di Reggio Emilia in occasione della presentazione del libro “Le cento storie di Aemilia. Il più grande processo italiano alla ‘ndrangheta”, di Paolo Bonacini. Un altro tema che mi sta molto a cuore riguarda il volontariato e l’esigenza che esprime di regole più semplici e minori ostacoli burocratici allo svolgimento della propria attività. Anche su questo costruiremo insieme proposte dettagliate da realizzare.

In questa campagna elettorale nulla è scontato eccetto una cosa: l’amore per ciò che siamo in Emilia-Romagna e la voglia di migliorarci perché, come diceva Nilde Iotti, “dobbiamo fare e dobbiamo fare bene!”. Un augurio sincero di Buone Festività a tutti e tutte.