(Parma, 14 aprile) Dobbiamo partecipare e far partecipare la cittadinanza in modo attivo alla vita dell’Europa, che rappresenta una garanzia per gli equilibri mondiali, avvicinandola ai territori. E per riuscirci due azioni sono prioritarie: far conoscere l’Europa autentica nei suoi punti forti, nei suoi valori fondativi, nelle sue enormi potenzialità di sviluppo, sicurezza e tutela dei diritti; cambiare l’Europa in quei farraginosi meccanismi del potere che non rispondono più alle esigenze democratiche e ai bisogni sociali delle Comunità. Ringrazio di cuore la segretaria del Circolo PD Oltretorrente di Parma Gabriella Corsaro, l’amica Emma Iovino, tutti e tutte le iscritte e partecipanti, per avermi accolto all’iniziativa organizzata per la loro Festa del Tesseramento. Sono intervenuti l’On. Andrea Orlando, la collega in Regione Barbara Lori, il segretario dell’Unione Michele Vanolli, il capogruppo PD in Comune Lorenzo Lavagetto.

Di Unione e istituzioni che debbono rappresentare in modo inedito gli interessi della cittadinanza europea, del coacervo di forze sovraniste e oscurantiste, incompetenti e populisti allo sbaraglio che sta minando la solidità economica e la coesione del Paese, degli strumenti del buon governo a livello territoriale, abbiamo diffusamente parlato nell’incontro. Partendo dall’assunto che senza un Partito Democratico e un centrosinistra autorevoli per programma politico come in virtù delle persone che lo rappresentano, non potremo offrire quelle politiche di equità e di investimento per il lavoro che la fase attuale richiede con urgenza, in Italia e nell’Unione. Questa è la grande responsabilità che sentiamo nel nostro impegno di ogni giorno, a tutti i livelli istituzionali, candidati o meno.