(Bologna, 3 dicembre) “Forza ragazze, al lavoro!” è lo slogan scelto dall’ex presidente della Camera Laura Boldrini per una serie di incontri di ascolto e confronto sui temi del lavoro e della partecipazione delle donne alla società e allo sviluppo, gli stessi al centro di un suo progetto di legge che si pone l’obiettivo di portare l’occupazione femminile in linea con la media europea del 62 per cento. Alla tappa bolognese, organizzata dalla rete Attraverso lo Specchio, abbiamo partecipato in tante al di là delle appartenenze… dalla presidente di GIUdIT Milli Virgilio alle rappresentanti di Udi, Orlando, associazioni per i diritti civili, Famiglie Arcobaleno, centri antiviolenza e sindacati. Presenti anche aderenti a Towanda Dem, numerose elette a livello locale, l’assessora comunale Susanna Zaccaria e quella regionale Emma Petitti.

Fra i temi affrontati nel ricco dibattito, il nefasto DDL Pillon e la grave assenza di risorse, da parte dell’attuale governo, su servizi indispensabili alle lavoratrici e ai minori. Le donne in Italia, in tutto il mondo, si stanno mobilitando contro le disuguaglianze e le proposte concrete per un vero cambiamento non mancano. Nel mio intervento ho sottolineato la necessità di una legge quadro nazionale per la parità e contro le discriminazioni di genere, che contenga misure di incentivo all’occupazione e al lavoro femminile di qualità accanto a interventi di tutela, rispetto, prevenzione della violenza, sicurezza e salute delle donne, equa rappresentanza politica ed istituzionale. Abbiamo annunciato una “Piazza Grande” delle donne con il candidato alla segreteria PD Nicola Zingaretti, a Roma, a fine gennaio. Una piazza in realtà “permanente” e compiutamente politica, aperta a idee, specificità, sfumature diverse ma accomunate dalla volontà di esserci per contribuire al bene comune.