(Novellara, 2 dicembre) Taglio del nastro per la casa “Rosa dei venti”, spazio multiculturale e formativo plurale a sostegno della soggettività femminile. L’impegno per l’uguaglianza di genere passa anche da qui e, come hanno sottolineato durante l’inaugurazione, grazie al contributo regionale scaturito dalla legge quadro 6/2014 per la parità e contro le discriminazioni di genere. La struttura rappresenta infatti uno dei traguardi del progetto “Tana libera tutte” finanziato dalla Regione. Con coerente determinazione e solida lungimiranza l’Amministrazione comunale guidata dalla Sindaca Elena Carletti contribuisce a nutrire gli obiettivi di parità e uguaglianza per lo sviluppo sostenibile del Pianeta attraverso progetti di inclusione, di rafforzamento di talenti e competenze.

Lo spazio prenderà vita grazie a letture e visioni di film, corsi di lingua e altro, partecipazione nelle scelte relative al governo del territorio e alla pianificazione della Novellara del futuro. L’intitolazione dell’aula di formazione a Fatiha Salmi ha poi consegnato, non senza commozione, alla memoria collettiva l’impegno di una donna speciale che ispirerà altre donne nel costruire ponti. Infine i messaggi di oggi scritti a più mani che descrivono speranze, conquiste e prospettive saranno custoditi per cinquant’anni e consegnati ai posteri come testimonianza di ciò che è stato, per comprendere meglio ciò che sarà. Tante persone hanno voluto esserci e sosterranno questo luogo. Grazie alle mediatrici culturali, ai volontari e alle volontarie per questa bella pagina di Comunità.