(Bologna, 10-11 luglio 2018) Nel corso della seduta dell’Assemblea legislativa del 10 luglio ho illustrato la variante cartografica richiesta dal Comune di Viano per la “riperimetrazione e riclassificazione di un corpo di frana da attivo (ovvero attualmente in movimento) a quiescente (ovvero inattivo) in località Isola di Faggiano”, nonché conseguente diversa perimetrazione dei depositi alluvionali terrazzati e in evoluzione interessanti l’area esclusa dal corpo di frana. Questo aggiornamento dello stato di fatto dell’area consentirà all’Elettric80 di recuperare un ex capannone industriale dismesso da anni per l’ampliamento della produzione.

Nel nuovo stabilimento costruito con minor impatto ambientale ed a seguito di bonifica dell’intera area secondo le indicazioni degli studi geologico e idrologico allegati alla variante, vi sarà produzione di componentistica di impianti di meccatronica, settore in cui si integra meccanica, elettronica, informatica integrate che vede Reggio Emilia al vertice dei distretti più importanti d’Italia con 300 imprese coinvolte e 10.288 addetti, oltre ad un corso universitario specifico di ingegneria meccatronica. L’intervento complessivo che prevede la movimentazione di 10-15 mezzi a settimana ed una copertura interamente a pannelli fotovoltaici per l’autosostenibilità energetica dell’edificio, consentirà l’assunzione di ulteriori 50/70 nuove unità di personale. Un intervento dunque di bonifica e di maggior compatibilità ambientale unita ad una significativa crescita occupazionale.