Segnalo alcuni appuntamenti che mi impegnano nelle prossime settimane di Feste PD in svolgimento in tutta l’Emilia-Romagna. Feste che sono tuttora ricche occasioni di approfondimento su temi di attualità, opportunità di incontro con le persone e momenti conviviali resi possibili da volontari e volontarie del partito. Il 1° settembre sarò alla Festa dell’Unità di Piacenza dove con la senatrice Francesca Puglisi -un passato recente come responsabile Scuola del PD nazionale e impegnata tra le Donne Democratiche- dalle 18 parleremo di diritti femminili a tutto campo. A Ponte Alto di Modena, due iniziative a breve distanza: la prima l’8 settembre alle 21 con Roberta Roncone della CISL e Stefania Gasparini per approfondire il tema “Donne al centro: il lavoro che cambia”; la seconda il 10 settembre alle 21.30 su “Mamme? Perché si perché no. Idee a confronto sulle strategie per dare rilevanza sociale alle esperienze e alle scelte delle donne” con Titti Di Salvo, responsabile del discusso dipartimento Mamme del PD nazionale, Pina Nuzzo, Lucia Bongarzone e Caterina Liotti.

Alla Festa PD di Bologna il 7 settembre alle 21 ancora contributi e utili confronti “Verso la legge regionale contro l’omofobia”, con Franco Grillini, Sergio Lo Giudice, Margherita Graglia e numerosi rappresentanti di associazioni Lgbt, dibattito organizzato dalle Donne Democratiche bolognesi. A Festareggio il 12 settembre si parlerà invece di “Sanità: Ricerca e innovazione”, assieme a me l’assessore regionale alla salute Sergio Venturi, il segretario PD reggiano Andrea Costa, il presidente della Provincia Giammaria Manghi e il segretario del circolo PD Sanità Gian Maria Fantuzzi a condurre. Chiudo questa carrellata con la Festa dell’Unità di Ozzano Emilia, il 19 settembre, invitata da Daniela Di Martino della conferenza Donne Dem a parlare di “territori in prima linea per i diritti delle donne”, dalle intese sulla parità della Regione con i Comuni ai bandi antiviolenza.