Aula_2015(Bologna, 13 settembre 2016) Segnalo alcune deliberazioni della prima Assemblea legislativa convocata dopo la pausa estiva, aperta da un minuto di silenzio in omaggio alle vittime del sisma in Centro Italia. Il Piano regionale degli interventi a favore degli emiliano-romagnoli all’estero per il triennio 2016-2018 ha avuto il via libera a maggioranza, dopo la sua approvazione in Commissione Parità e Diritti delle Persone a fine luglio. Ora possono davvero partire le attività attese dalle diverse realtà e associazioni dei nostri corregionali all’estero, con i bandi per promuoverle: i contributi potranno raggiungere un massimo di 20mila euro a progetto e prevedono la partecipazione economica dei soggetti proponenti. L’attenzione prioritaria è agli interscambi formativi, di inserimento al lavoro e culturali rivolti ai giovani.

treno-merciCon una risoluzione del PD e Sel, abbiamo poi impegnato la Regione ad abbassare, nei prossimi bandi che incentivano la rimozione dell’amianto, il costo minimo ammissibile per il finanziamento degli interventi, oppure predisporre strumenti dedicati alle microimprese, al fine di estendere il più possibile questa indispensabile azione di bonifica. Non ultimo, segnalo l’approvazione di un ordine del giorno, collegato al documento preliminare al Prit 2025, con cui chiediamo alla Giunta di potenziare il trasporto sostenibile, di programmare azioni per migliorare la sicurezza stradale, di integrare i diversi livelli di pianificazione territoriale e dei trasporti. Secondo noi nella politica regionale del settore, deve essere in primo piano il sostegno al trasporto pubblico locale, a quello ferroviario di merci e alla diffusione di tutti i veicoli ecologici.