Guastalla_emporio_3set16(Guastalla, 3 settembre 2016) Nei locali dell’ex centro diurno ha aperto il primo Emporio solidale della provincia reggiana. In tanti – amministratori locali, parlamentari e rappresentanti di associazioni – abbiamo voluto partecipare all’inaugurazione di questo che sarà un vero e proprio centro della solidarietà, rivolto a tutti coloro che attraversano periodi difficili. Promotore è il Comune di Guastalla assieme al “Tavolo delle nuove povertà“, che riunisce tra gli altri Caritas, Anteas, San Vincenzo, Croce Rossa, Un bambino per amico, Auser, con la collaborazione di Coop che fornisce gratuitamente carrelli, scaffali e prodotti freschi invenduti. Molto attivo nel costruire la rete solidale della comunità l’assessore al welfare Matteo Artoni, che ha ringraziato i volontari per il lavoro fatto. La sindaca Camilla Verona ha sottolineato come l’Emporio sia non tanto un “supermercato per i poveri”, quanto luogo di incontro, aggregazione e impegno sociale.

Guastalla2_emporio_3set16La povertà dovrà essere sempre più una condizione transitoria e non permanente, in cui sia garantita la dignità delle persone. In questo senso l’iniziativa risponde pienamente agli obiettivi di sostegno e inclusione che anche la Regione ha perseguito nel contrasto alla crisi economica, compreso l’aspetto importante della lotta gli sprechi. L’approvvigionamento dei beni e il fabbisogno giomaliero saranno coperti da donazioni dirette di aziende alimentari, dai canali di raccolta delle eccedenze nel territorio, dalla rete nazionale degli empori solidali, da collette alimentari. E’ stata annunciata l’apertura di un Emporio anche a Reggio Emilia, in un coordinamento sempre più ampio per rispondere ai bisogni che sta già coinvolgendo gli altri Comuni dell’Unione Bassa Reggiana.