Modena_Selmiok_12mar16(Modena, 12-14 marzo 2016) Sabato mattina all’Istituto di istruzione superiore F. Selmi, poi lunedì all’ITC ragioneria Barozzi ho dato il mio contributo “didattico” in un dialogo frontale con le ragazze e i ragazzi, nell’ambito del progetto educativo “Discriminazioni, parità e pari opportunità” patrocinato dalla Commissione assembleare per la parità e i diritti delle persone. Ringrazio la promotrice del progetto Mirella Guicciardi (coordinatrice della Commissione pari opportunità del Comitato Unico delle professioni intellettuali di Modena), che ha organizzato le richieste delle Scuole e messo a disposizione noi relatori e relatrici. Ad esempio sono intervenute con me nel primo incontro la Notaia Clorinda Manella e l’Avv. Cecilia Barilli, coordinatrice nazionale della commissione PO di Cassa Forense, mentre al Barozzi la presidente dell’Ordine avvocati modenesi Daniela Dondi ha introdotto il mio intervento e quello successivo del professor Thomas Casadei di Unimore.

Modena_Corsoparità_12mar16Queste esperienze dimostrano sul campo l’utilità di un approccio formativo sui diritti e contro tutte le discriminazioni che coinvolga direttamente gli adolescenti. Sono diverse centinaia gli studenti modenesi che ad oggi hanno deciso con i loro insegnanti di integrare il programma didattico con il nostro approfondimento. Per quanto mi riguarda propongo un focus su norme e azioni positive capaci di rimuovere stereotipi culturali e disparità di genere. Dai trattati comunitari alla Convenzione del Consiglio d’Europa (Istanbul 2011) “sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica”, dal concetto di democrazia paritaria e principio di uguaglianza agli strumenti contenuti nella legge quadro regionale 6/2014. Contribuire a rendere le giovani generazioni più consapevoli ed orgogliose della propria soggettività libera da stereotipi: ecco una sfida stimolante e un obiettivo che consegniamo al loro futuro.