Bologna_cna_24set14(Bologna, 24 settembre 2014) Suggestiva e stimolante l’iniziativa di CNA Impresa Donna Emilia-Romagna in collaborazione con l’ente formativo Ecipar, dal titolo “ImprendiAttrici per un giorno, Imprenditrici per sempre”, messa in scena della capacità delle donne di diventare attrici di un cambiamento positivo all’interno delle proprie organizzazioni: dalla emozionante sequenza di testimonianze e narrazioni è emersa l’importanza del fare impresa, il ruolo sociale delle imprenditrici, la forza quotidiana di conciliare la sfera privata e la cura della famiglia con le responsabilità della gestione di impresa e delle innovazioni necessarie. Dopo lo spettacolo – aperto con Nessun Dorma eseguito dal Tenore Cristiano Cremonini – abbiamo discusso del ruolo delle istituzioni, di quali politiche regionali e locali vanno attivate a sostegno dell’imprenditoria femminile. E l’attuazione, nella prossima legislatura, della legge quadro 6/2014 è stata al centro della tavola rotonda quale passaggio ineludibile di sviluppo del settore e delle sue protagoniste.

Bologna_gruppoCNA_24set14Gli interventi della collega consigliera Silvia Noè, della Presidente CNA Impresa Donna Benedetta Rasponi e del Presidente CNA regionale Paolo Govoni hanno riconosciuto il valore di una normativa che per la prima volta impegna fino in fondo le istituzioni sull’empowerment delle donne che fanno impresa (il 21,3% sul totale delle aziende regionali). Occorre in futuro un maggiore investimento nel solco delle azioni che la Regione ha già messo in campo, dalle premialità sui bandi regionali alla formazione professionale specifica, dalla facilitazione per l’accesso al credito alla rete di servizi sociali e alla persona. Secondo CNA le misure contenute nella Legge quadro sono il frutto di un vero confronto e rappresentano dunque risposte adeguate alle esigenze delle imprenditrici e donne di oggi.