urna(Bologna, 27 maggio 2014) Tra i provvedimenti approvati oggi dall’Assemblea Legislativa regionale vi è una proposta di Legge costituzionale alle Camere per estendere il diritto di voto nelle elezioni regionali e amministrative ai cittadini che abbiano compiuto il sedicesimo anno di età, presentata dalla collega Rita Moriconi e sottoscritta da molti di noi. Si tratta di un segnale di fiducia verso i più giovani e al tempo stesso un modo per loro di “sentirsi parte”, responsabilmente, della comunità in cui vivono.

Da quando la Costituzione fissò il limite minimo dei 18 anni per tutte le elezioni i giovanissimi hanno acquisito conoscenze, strumenti e accesso a fonti di informazione allora impensabili. Consapevoli dei punti di forza come dei punti di debolezza delle nuove generazioni, della necessità di coinvolgerli nella partecipazione democratica per rendere più solidi i diritti e doveri di cittadinanza, abbiamo dunque proposto al Parlamento questa modifica costituzionale, che si inserisce coerentemente nel solco del profondo rinnovamento di cui il nostro Paese ha bisogno.