assemblea2(Bologna, 21 febbraio 2014) “L’assemblea plenaria della Conferenza dei Presidenti dei Consigli regionali ha approvato un ordine del giorno sulla parità di genere, proposto dalla Presidente dell’assemblea dell’Emilia-Romagna Palma Costi. Anche a seguito delle due ultime tornate elettorali in Basilicata – con nessuna donna eletta – e in Sardegna – con solo quattro consigliere su sessanta – riteniamo che la questione non sia più rinviabile e … ci impegniamo ad una forte sensibilizzazione di tutto il sistema.” Questa la sintesi della lettera inviata oggi dal coordinatore nazionale Eros Brega alla referente per le commissioni regionali di parità Roberta Mori.

rappresentanzadigenere“Ringrazio la Conferenza e in particolare Palma Costi, per aver determinato questo pronunciamento dei suoi colleghi e colleghe a livello nazionale, è un passo in avanti per una effettiva presa di coscienza sulla necessità della rappresentanza paritaria, conseguente ad una pressione costante che stiamo esercitando da molti mesi a tutti i livelli politico-istituzionali, compreso il Parlamento, per ottenere riforme elettorali di vera svolta.” L’ordine del giorno, richiamate le norme antidiscriminatorie e recenti sentenze costituzionali, impegna la conferenza dei presidenti “a sensibilizzare le Assemblee legislative delle Regioni e delle Province autonome al fine di introdurre nelle normative regionali principi e provvedimenti tali da favorire la piena rappresentanza di genere, tenuto conto dei diversi sistemi istituzionali esistenti.”