Camera(Roma, 10 febbraio 2014) Proseguono le iniziative e il “pressing” della Conferenza che riunisce gli organismi di Pari Opportunità delle Regioni italiane, al fine di ottenere misure di riequilibrio di genere nella legge elettorale in discussione alla Camera. Dopo le richieste di incontro formulate nei giorni scorsi a tutti i Capigruppo parlamentari, questa mattina la delegazione guidata dalla presidente della Commissione Parità dell’Emilia-Romagna nonché coordinatrice nazionale Roberta Mori, unitamente alla presidente della Consulta femminile della Regione Lazio Donatina Persichetti e a Teresa Petrangolini in rappresentanza della Conferenza assemblee regionali, è stata ricevuta dal presidente del Gruppo PD Roberto Speranza.

DeputatiPD_10feb14“Speranza ha dichiarato il convinto impegno dei Deputati PD a modificare il testo base in senso paritario – ha riferito dopo l’incontro Roberta Mori – dal momento che il tema della rappresentanza femminile nelle istituzioni sta molto a cuore al Partito Democratico. “Il presidente Speranza ritiene pertanto utile e ha incoraggiato, l’iniziativa di testimonianza e sollecitazione portata avanti sia dalle donne della società civile che dalle rappresentanti istituzionali regionali per il riequilibrio di genere nella nuova normativa. L’obiettivo che abbiamo condiviso è di ottenere l’approvazione degli emendamenti che inseriscono l’alternanza di genere “uno a uno” e il 50% di capilista donne.” La Conferenza delle Presidenti, pur nella consapevolezza che la riforma debba essere approvata, ritiene indispensabile che il tema della parità di accesso alle cariche elettive costituisca un punto fermo di una reale democrazia paritaria. Su questo auspica la convergenza di tutte le donne presenti in Parlamento e di tutte le forze Politiche.