Tricolore2_7gen14(Reggio Emilia, 7 gennaio 2014) Festa del simbolo dell’identità nazionale nella Città che il 7 gennaio 1797 diede i natali al Primo Tricolore quale bandiera della Repubblica Cispadana. Nella storica Sala il sindaco vicario Ugo Ferrari, il presidente della Corte Costituzionale Gaetano Silvestri, i ministri Graziano Delrio e Dario Franceschini, hanno consegnato copia di Costituzione e Bandiera a dieci studentesse e studenti di scuole superiori accompagnati dai loro insegnanti. Una staffetta tra generazioni che invita a riflettere sul valore dei simboli per una comunità nazionale, sulla necessità di riappropriarcene per farli vivere e dare dunque senso e direzione alle nostre scelte e comportamenti di cittadini.

Tricolore1_7gen14Nella cornice del Teatro Ariosto sono proseguite le celebrazioni, con gli interventi delle autorità che ho citato, più il vicepresidente della Provincia di Reggio Emilia Pierluigi Saccardi e l’assessore a Scuola, Università e Lavoro della Regione Patrizio Bianchi. Ritengo di grande levatura e capace davvero di rispondere alla domanda di senso che ognuno di noi si pone, in questi difficilissimi tempi, la Lectio magistralis pronunciata dal presidente della Corte sul tema “Tradizione ed attualità nel simbolo del Tricolore”. Percorrendo gli inizi, le lotte alle varie forme di tirannia e le radici culturali delle principali democrazie occidentali, Silvestri ha fatto emergere con chiarezza sia il disvalore profondo e ingannevole dei poteri personali e autoritari, sia l’autorevolezza autentica e quanto mai attuale della Costituzione italiana, garante di libertà e diritti democratici irrinunciabili. Oltre il nostro piccolo presente, le polemiche e la retorica, in tali valori è riposta l’unica speranza di un riscatto popolare.