Barbara Bernardelli sta per consegnare gli attestati ai volontari

(Reggiolo, 16 dicembre 2012) Da oltre sei mesi via Matteotti, la via centrale di Reggiolo, era chiusa al traffico e agli stessi abitanti in quanto “zona rossa” pesantemente lesionata dal terremoto del 29 maggio scorso. Ieri mattina eravamo in tanti a festeggiarne la riapertura con la Sindaca Barbara Bernardellie i reggiolesi, che hanno ritrovato la loro più importante zona di aggregazione sociale, il luogo dove passeggiare e incontrarsi tra negozi e caffè, in mezzo agli storici palazzi le cui impalcature sono state coperte da tele giganti disegnate dai writers del “Collettivo Fx” di Reggio.

Al taglio del nastro tricolore, benedetto da Don Gino, erano presenti diversi rappresentanti delle Istituzioni, tra cui l’On. Maino Marchi e il Sindaco di Fabbrico Luca Parmiggiani, tutti a voler condividere la gioia di questo passo concreto oltre che simbolico verso la piena normalità; e ringraziare le volontarie e i volontari della Protezione civile “San Venerio” e della Croce Rossa, che hanno poi ricevuto uno a uno dalla Sindaca l’attestato di riconoscenza per il lavoro svolto sia nella fase di emergenza che in quella della difficile ricostruzione. In via Matteotti sono tornate le bancarelle, i negozi hanno riacceso le luci e messo gli addobbi natalizi, in piazza Martiri si è tenuto il mercato alta qualità Terre dei Gonzaga, di fronte a Palazzo Sartoretti c’era lo stand dell’Avis con i volontari vestiti da Babbo Natale. I territori e i paesi dell’Emilia hanno ancora molto lavoro da fare e molti aiuti da ricevere per sanare le ferite del terremoto, però la riapertura del centro di Reggiolo è un regalo per tutti e un segno tangibile di speranza per il nuovo Anno.