(Bologna, 30 novembre 2012) Nella seduta di oggi la Commissione per la Parità ha nominato la sua nuova vicepresidente, Rita Moriconi, che sostituisce Gabriella Meo entrata a far parte dell’Ufficio di presidenza dell’Assemblea. E poi abbiamo discusso, dal nostro “punto di vista”, di Legge finanziaria regionale e Bilancio di previsione 2013, che andranno in Assemblea per l’approvazione a metà dicembre.

In sintesi: il bilancio della Regione, nel quadro di una continuità di finanziamento sui capitoli di spesa destinati al welfare e ai servizi essenziali per la conciliazione, per il secondo anno consecutivo non prevede fondi alla voce “promozione delle politiche di genere”. Continuano però e si affinano le azioni trasversali che coinvolgono l’assessorato alle Pari Opportunità, Politiche sociali e altri assessorati, il Corecom, i nuovi Garanti (minori e detenuti), sui temi della scuola, del lavoro, della salute, delle politiche giovanili, dell’immigrazione, dell’infanzia, della multiculturalità. E verrà presto istituito il Comitato Unico di garanzia (CUG) dell’Ente Regione, senza oneri aggiuntivi.

Abbiamo segnalato la necessità di far risaltare meglio, al di là della fredda neutralità dei numeri, le scelte di bilancio che producono effetti particolarmente rilevanti sulle donne. Vanno cioè esplicitate e valorizzate le scelte che, pur in un ambito di forte contrazione delle risorse, consentono a questa Regione di sviluppare azioni concrete nell’ottica del mainstreaming di genere: le strategie in cui il perseguimento del principio di non discriminazione non è tanto un obiettivo in sé, quanto un principio ispiratore che va a integrarsi con i tanti, possibili settori di intervento pubblico. Ho sottolineato che un’analisi così focalizzata dovrà prevedere specifici parametri nelle clausole valutative delle leggi regionali e la nostra futura legge quadro regionale sulla parità – che rappresenta l’obiettivo cruciale della Commissione – dovrà contenere “misuratori di uguaglianza” in grado di orientare a priori le scelte di bilancio della Regione.