(Reggio Emilia, 19 ottobre 2012) Nel 1995 un gruppo di donne reggiane, provenienti da diverse esperienze e ambienti culturali, hanno trovato forti motivazioni comuni ad approfondire la riflessione sulla violenza alle donne, sulle sue radici, sui modi di contrastarla. E’ nata così la Onlus e Centro antiviolenza “Nondasola”, cresciuta negli anni fino a diventare un punto di riferimento fondamentale nel territorio, sia per l’assistenza concreta alle donne che per la cultura della prevenzione, le politiche di genere, la parità dei diritti.

La Commissione Parità regionale ha fatto tappa a Reggio Emilia, dove io, Palma Costi e Rita Moriconi, abbiamo incontrato le operatrici di “Nondasola” alla presenza dell’assessora comunale Natalia Maramotti e della presidente del Forum Donne provinciale Vera Romiti. Un’occasione importante per confrontarci e fare il punto sulle azioni di contrasto alla violenza, che a Reggio vedono l’impegno coordinato di Nondasola, ordini professionali, Comune, Provincia, Ausl e altre istituzioni locali comprese la Prefettura e le Forze dell’Ordine, in virtù del Protocollo operativo ampliato nel 2011.

Tra le attività gestite dall’Associazione vi è la Casa delle Donne, luogo di informazione (anche telefonica), accoglienza e consulenza psicologica, legale, di orientamento e tutela del lavoro. Quando è necessario le donne in difficoltà trovano ospitalità temporanea per sé e per i propri figli minori. Importanti ed efficaci risultano poi i Gruppi di sostegno, rivolti a donne che hanno vissuto o vivono ancora esperienze di violenza e che vogliono intraprendere un percorso di cambiamento basato sullo scambio e sul sostegno reciproco. “Nondasola”, infine, mette a disposizione le sue competenze per iniziative di sensibilizzazione e per la formazione, sia destinata ad operatori/operatrici sociosanitari o delle Forze dell’Ordine, sia rivolta a docenti ed allievi nelle Scuole del territorio. Molti gli spunti offerti dall’Associazione al nostro lavoro, volto a correggere con una legge quadro il gender gap esistente nel sistema dei diritti in Emilia-Romagna.