(Festa Democratica Reggio Emilia, 1 settembre 2012) “Italia Germania: quali diritti per le coppie gay” è il tema che mi ha visto sul palco della sala “Pio La Torre” con la deputata PD Paola Concia, Aurelio Mancuso Presidente di Equality Italia e Michael Braun, giornalista tedesco, in un dibattito coordinato dalla giornalista de l’Unità Maria Zegarelli.

La Germania ha introdotto le unioni civili (l’Eingetragene Lebenspartnerschaft) nel 2001. Pur tra le polemiche, il Parlamento tedesco ha insomma approvato da tempo una legge che equipara per molti aspetti le unioni eterosessuali a quelle gay, normativa poi migliorata nel corso degli anni e che presto – ci assicura Braun – coprirà anche le questioni legate alle tassazioni dei redditi e alle adozioni. In Italia siamo drammaticamente indietro e sappiamo bene che l’attuale rappresentanza parlamentare non ha i numeri sufficienti a favore di una riforma necessaria delle unioni di fatto, che risponderebbe alle esigenze di milioni di donne e uomini italiani, sia etero che omosessuali.

Il PD però ha deciso di essere al passo con l’Europa e le sue proposte programmatiche, a partire dalla Carta d’intenti lanciata dalsegretario Bersani, non lasciano dubbi sulla ferma volontà di parificare i diritti civili, vero elemento di armonizzazione in un processo che dovrà portare ad una maggiore uguaglianza sostanziale tra i cittadini. Il territorio e la politica nazionale non possono restare su due piani distinti ma devono tornare ad essere utili alla vita delle persone. E il PD è l’unico partito che mette la persona al centro di diritti e opportunità, come ci indica la nostra Costituzione.