(Reggio Emilia, 29 settembre 2011) Oggi la nuova Fondazione Reggio Children-Centro internazionale Loris Malaguzzi si presenta ufficialmente alla città. Vi ho aderito a titolo personale, per più motivi.

Il primo è la scelta formale e simbolica di una Fondazione di partecipazione, che si rivolge al bacino ampio ed internazionale degli associati ed estimatori del Centro Loris Malaguzzi, per andare oltre, e rilanciare il valore alto dell’Educazione come patrimonio collettivo, identitario e diffuso. Anche grazie a questa iniziativa la nostra comunità continuerà a distinguersi nel mondo per le sue Scuole d’Infanzia e per un approccio educativo che sa mantenere il meglio della tradizione non interrompendo mai il cammino dell’innovazione.

Inoltre, in un periodo così basso e sconfortante della vita pubblica, di cui le nuovissime generazioni rischiano di subire le più pesanti conseguenze, sono convinta che la risposta della comunità reggiana e della comunità propriamente “civile”, debba essere di forte sostegno e partecipazione.

L’Educazione non ha confini né steccati, è il campo dell’integrazione e della non discriminazione per eccellenza. E la nuova Fondazione Reggio Children che nasce oggi rappresenta, ai miei occhi, la casa di tutti, dove tutti potremo costruire insieme il futuro sulla base di valori condivisi.